Primi di pasta

PASTA PATATE E ORIGANO

Scritto da Administrator. Postato in Primi di pasta

Quando guardi ciò che hai in casa e provi ad immaginare un piatto capita di sorprenderti. Gli ingredienti a disposizione erano, qualche pomodorino datterino, un pezzo di caciotta di Roccapontina, un vasetto di origano agli sgoccioli, patate rosse, cipolle di tropea, del pepe lngo pestato avanzato dal pranzo di qualche giorno fa, un pezzo di lardo di Pitigliano  e delle penne rigate "cocco", pasta e lardo regali dei miei figli.

Ho deciso di fare una pasta e patate "azzeccata" come dicono i miei amici napoletani, con quegli ingredienti. Per prima cosa ho preparato tutto tagliando in quattro i datterini, affettando sottilmente cipolle e lardo, tagliando a cubetti di vario spessore le patate, a pezzetti il formaggio, staccando le foglioline di origano dai rametti ed affettando quanto più sottilmente possibile il lardo. Ho messo quindi in padella ad appassire a fuoco basso, con un poco d'olio, la cipolla ed il lardo. Ho messo quindi a bollire l'acqua per la pasta. Ho aggiunto in padella le patate saltandole regolarmente sempre a fuoco basso. Quando il lardo ha ceduto il cedibile ne ho tolto gran parte, per lo meno i pezzi più grandi. Ho aggiunto quindi sale grosso, i datterini e le foglioline di origano, lasciandone una parte per l'impiattamento. Ho quindi chiuso la padella col coperchio e lasciato andare piano piano. Considerando di dover terminare la cottura della pasta in padella ho spento con le patate ancora non del tutto cotte. Un paio di minuti prima della completa cottura della pasta ho messo in un pentolino in caldo due o tre mestoli d'acqua di cottura, nel caso servisse, un'altro paio li ho versati in padella ed ho quindi aggiunto la pasta per continuare la cottura saltando di quando in quando con una buona spruzzata di pepe. A pasta cotta e liquido ristretto ma non del tutto asciugato ho spento la fiamma atteso mezzo minuto che si abbassasse la temperatura quindi ho iniziato ad aggiungere il formaggio un po' alla volta sempre saltando e rimestando la pasta per non far aggregare i pezzi di caciotta. Infine ho impiattato con altro origano e pepe lungo. Importante che  le patate non siano tagliate tutte della stessa dimensione poichè dovremo farne sfgare una parte e rimanere sana ma cotta l'altra. In genere ne lascio sempre un po' in padella per l'eventuale supplemento che regolarmente ci dividiamo, questa volta mia moglie il supplemento l'ha fatto solo per se... lasciandomi a "becco asciutto"...   :-)